EUROVISION 2023 LET 3 Mama ŠČ! ovvero Croazia vs Putin aka Raccolta disordinata di soliloqui

EUROVISION 2023 LET 3 Mama ŠČ! ovvero Croazia vs Putin aka Raccolta disordinata di soliloqui

La sua cerchia è preoccupata che la sua «magrezza e tosse persistente» stia diventando evidente. Nonostante appaia notevolmente gonfio, il presidente russo, secondo General SVR , avrebbe perso 18 libbre negli ultimi mesi. La fonte ha affermato gazzettadellosportit che questa incapacità di pensare chiaramente era aggravata dalla mancanza di un «ciclo di feedback negativo», ovvero dal fatto che il leader russo fosse «semplicemente non informato» sull’esito fallimentare di alcune operazioni militari.

  • Nelle ore decisive per l’invasione dell’Ucraina il presidente russo Vladimir Putin sarebbe stato in cura per una forma di cancro assumendo un farmaco che potrebbe avere influenzato la sua decisione di lanciare l’operazione speciale, lo scorso 24 febbraio.
  • Putin è seduto a un piccolo tavolo su un lato dell’enorme salone circolare, bianco e ornato di grandi colonne, e sul lato opposto, lontanissimi, stanno seduti i suoi sottoposti, uno distante dall’altro.
  • E come se non bastasse, secondo funzionari occidentali, a inseguirlo ci sarebbe anche il timore dell’assassinio.

Tutto ciò, riporta il DM, sarebbe dunque alla base del suo comportamento “sempre più irregolare” e del suo aspetto gonfio. Per quanto riguarda la demenza, l’articolo spiega che il presidente russo soffrirebbe “di un disturbo cerebrale causato da demenza, morbo di Parkinson o Roid Rage”, sempre derivante dall’assunzione degli steroidi per il cancro. Affermazioni al momento senza prove, ma che vanno ad aggiungersi alla lunga lista di indiscrezioni, o presunte tali, sulla presunta malattia di Putin.

Ultime notizie dalla Russia, “Putin è malato?” Le ipotesi sul suo stato di salute e cosa dice l’intelligence…

Nel 2020 invece fu un politologo russo a dire ai tabloid britannici e poi a vari altri giornali che Putin era gravemente malato, e forse si sarebbe perfino dimesso. Un viso simile al suo, detto facies lunare, è tipico di chi assume alte dosi di steroidi, che sono farmaci dal potente effetto anti infiammatorio e immunodepressivo usati nella cura di certe malattie autoimmuni o certi tipi di cancro, come quello della prostata. Nella immaginaria cartella clinica del presidente, c’è una nota che segnala anche un’ansia da Covid totalizzante.

  • Prima di essere ammessi alla sua presenza, molti politici e uomini d’affari, e persino alcuni membri del suo staff sono stati costretti a passare due settimane di quarantena in hotel.
  • Per esempio l’FSB, l’agenzia di sicurezza interna, a marzo avrebbe inviato un comunicato a tutte le sue sedi regionali incoraggiando gli ufficiali locali a non credere alle voci false secondo cui Putin sarebbe in condizioni disperate.
  • Trovi tutti gli articoli salvati nella tua area personale nella sezione preferiti e sull’app Corriere News.
  • Nel 2021 ha modificato la costituzione in modo da poter restare al potere fino al 2036.
  • Dall’inizio della guerra continuano a inseguirsi le voci sulle condizioni di salute dello zar.

Vladimir Putin soffrirebbe di un disturbo cerebrale causato da demenza, morbo di Parkinson o “rabbia da roid” derivante dal trattamento con steroidi per il tumore. Ad affermarlo alcune fonti Intelligence che spiegherebbero con l’assunzione di questi farmaci l’aspetto gonfio e pallido sfoggiato dal capo del Cremlino nelle ultime settimane nonchè i suoi comportamenti “irregolari”, legati all’invasione dell’Ucraina. Lo ha svelato un’inchiesta di Proekt, media russo indipendente specializzato in giornalismo investigativo, che mostra l’elenco dei medici che accompagnano il presidente nei suoi viaggi.

Come sta davvero Putin? Dal Parkinson al tumore fino alla follia, tutte le ipotesi sulla sua salute

Ma Putin è scomparso per settimane in passato, tra notizie di infortuni sportivi su campi da hockey sul ghiaccio e allenamenti judo. Di recente ha confermato di aver sofferto di problemi alla schiena per una caduta da cavallo. Incrociando filmati recenti e video passati, l’intelligence sta condividendo vari rapporti sul “comportamento sempre più irregolare” del capo del Cremlino.

Governo, iniziano settimane intense fra decreto Pa e delega fiscale

In un’intervista, aveva espresso il sospetto che Putin prendesse steroidi; questo farmaco potrebbe spiegare il comportamento di Putin da un lato e il suo viso gonfio dall’altro. Nonostante le smentite governative, Solovei ha affermato che Putin avrebbe ricevuto cure per una malattia degenerativa già nel febbraio 2021. Le teorie sullo stato di salute del presidente russo sono tornate in auge con la guerra in Ucraina.

Putin ha paura di un attentato? Il protocollo per quando gira per le strade di Mosca

Qualche anno fa, c’era una speculazione simile sullo stato di salute di Donald Trump, che era noto per avere alcuni problemi comportamentali. Anche nel caso di Trump – oltre a un narcisismo patologico – si è parlato di una psicosi indotta da steroidi con sintomi come euforia, aumento della pulsione e mania (#SteroidInducedMania). I comportamenti irritanti e gli ordini verbali di Trump hanno persino portato a suggerire che potrebbe soffrire di un inizio di demenza, come la demenza frontotemporale. “C’è qualcosa di neurologicamente sbagliato in Donald Trump?” Questo era il titolo di un articolo del giornalista americano James Hamblin sulla rivista statunitense “The Atlantic”.

I giornali italiani che usano Google per tradurre il nome della presunta malattia di Putin

Per alcuni sarebbe il sintomo di una malattia, per altri una vecchia abitudine presa al KGB, quando Putin era addestrato a tenere sempre la mano destra vicino alla pistola. Di queste supposizioni la più recente è stata pubblicata sulla rivista New Lines Magazine da un giornalista considerato generalmente affidabile, l’esperto di cose mediorientali Michael Weiss. Anche per questo, l’articolo di Weiss è stato molto discusso e ripreso.

Lavoro e disabilità: informazioni su categorie protette (Legge 68/

In base ad alcune affermazioni fatte nel novembre 2020 dal politologo Valery Solovei, che è stato professore dell’Istituto di Relazione Internazionali di Mosca, l’ex militare avrebbe questa condizione che, già in anni passati, lo stava portando a ritirarsi dalla sua carriera politica. Boris Nemtsov, uno dei più importanti leader dell’opposizione russa che fu ucciso nel 2015 in un omicidio politico, poco prima di morire disse che Putin «ha una gravissima malattia mentale». Nemtsov non si riferiva a diagnosi mediche, ma al fatto che Putin «vuole riportare il paese alla dittatura, ai campi di concentramento e ai prigionieri politici».